5 CONSIGLI su Cosa portare in Vacanza in Sicilia

PRONTI PER LE VACANZE?

Se stai leggendo questo articolo la risposta alla domanda è “SI!”.

Ma per quanto la voglia di partire sia tanta, quello che si rimanda fino alla fine è la fase di preparazione della valigia.

Uno processo lungo e articolato per alcuni, sbrigativo e “Last Minute” per altri.

In comune però abbiamo tutti una cosa : ” L’ansia del cosa porto con me ” .

Ecco quindi :

5 CONSIGLI SU “COSA PORTARE IN VACANZA IN SICILIA.”

Tutto ovviamente dipenderà molto dalle proprie esigenze personali, dal tipo di vacanza che si vuole intraprendere, da quanti giorni soggiorneremo sull’isola e da altri svariati fattori.
Ti darò allora dei “Must To Have” , quelle cose che proprio non devono mancare nella valigia del Viaggiatore alla scoperta dell’Isola da cui tutto ebbe inizio o almeno così la storia ci racconta.

«La Sicilia è la chiave di ogni cosa. (…) Trovarsi di persona nel centro prodigioso cui convergono tanti raggi della storia del mondo non è cosa da poco.» 
Johann Wolfgang Goethe scrittore, poeta e drammaturgo tedesco.

C’ERA UNA VOLTA

Più di 7000 anni di storia rendono la Sicilia cerniera del tempo , delle culture e dei popoli,
“religioni ed economie. Greci, fenici, romani, arabi, bizantini, normanni, francesi, spagnoli, austriaci l’hanno abitata nei secoli, governata, custodita o devastata, lasciando ogni volta a sedimentare relazioni, incontri e scontri.
Un’isola, certamente, ma tutto meno che una terra ‘isolata’ o chiusa nel suo orgoglio insulare. Piuttosto un vero e proprio caleidoscopio che ritroviamo nei suoi peculiari ‘caratteri originali’: la molteplicità dei popoli, la ricchezza delle città, la varietà di riti e cibi.”
cit. Storia Mondiale della Sicilia – Giuseppe Barone – Einaudi .

Sono cose che noi Siciliani abbiamo dentro e che il nostro DNA conosce molto bene e contrariamente a quello che lo stereotipo cinematografico vuole, siamo per retaggio il popolo dell‘ACCOGLIENZA e della CONDIVISIONE.

Questa piccola ” premessa storica ” , traccia il profilo di quello che troverai una volta giunto qui:
– Storia
– Arte
– Cucina
– Vini
– Spiagge
– Montagne
– Simpatia

Nei prossimi giorni, troverai altri articoli, dove ti racconterò di ognuno di questi ” tratti somatici” della Sicilia, aneddoti e virtù, oggi però prepariamo la valigia e se i nuovi articoli non saranno ancora stati pubblicati prima della tua partenza allora potrai scoprirli da solo e raccontarli anche a noi.
Allora pronto ?

COMINCIAMO.

Numero 1 : la “CREMA PROTETTIVA“.


So già che starai pensando qualcosa del tipo ” non voglio la crema protettiva, vado in Sicilia per abbronzarmi!” oppure ” Ok, la comprerò una volta arrivato se sarà il caso” .
Bene, sei sulla buona strada per rovinare la tua vacanza.
Se i mesi che hai scelto per le tue vacanze in Sicilia vanno da Maggio a Settembre, posso garantirti che anche con una buona crema protettiva, potrai ottenere una splendida abbronzatura da sfoggiare con gli amici o su Instagram a fine vacanza.

La posizione geografica propria dell’isola fa si che il sole sia a prescindere più caldo che in tante altre località italiane;
le coste ventose mitigheranno la sensazione di bruciore sulla pelle, rendendo molto difficile accorgersi che si sta ” esagerando ” nella quantità di sole preso.
Ho visto negli anni, talmente tante di quelle vacanze rovinate per insolazione o ustioni da sole, da poter avere la presunzione di darvi questo consiglio
come il più importante tra quelli che troverete in questa piccola guida:
crema protettiva sempre e subito, da quando metterete naso fuori dal vostro aereo una volta atterrati a quando lo riprenderete.

 

Numero 2 :  “SCARPE DA GINNASTICA“.


Si lo so, nell’immaginario collettivo la scarpa per la vacanza è l’infradito, la ciabattina per i più nostalgici, ma mai e poi mai la scarpa da ginnastica.

Devo darti una bruta notizia: la scarpa da ginnastica non puoi lasciarla a casa a farsi compagnia con i calzini appollottolati.
Salvo che tu non abbia trovato un Hotel in spiaggia, con ristorante in spiaggia, parcheggio in spiaggia, servizi in spiaggia, praticamente una palafitta, la scarpa da ginnastica sarà la tua migliore compagna quando non sarai in spiaggia e deciderai di andare a:

  • GUIDARE – stare alla guida con le infradito è scomodissimo , pericoloso e illegale per il codice della strada.
  • ERICE – La città medievale sulla montagna in provincia di Trapani – salire e sopratutto scendere le ripide stradine di ciottoli con le infradito equivale a garantirsi una tendinite o peggio ancora un ricovero in ospedale con una frattura da qualche parte. Lastricato e ciottoli sono un insidia : meglio la scarpina da ginnastica.
  • SEGESTA, SELINUNTE E AGRIGENTO – visitare Templi e Rovine Greche e Romane passeggiando tra le polverose stradine “della storia” non è il massimo della comodità se ai piedi indossi le tue bellissime infradito di Gucci .
  • PASSEGGIARE NELLE RISERVE – Che si tratti della Riserva dello Zingaro, Riserva delle Madonie, Riserva di Alcantara, Riserva dei Nebrodi o Riserva delle Saline di Marsala e Trapani, i percorsi a tratti impervi o sconnessi, rendono la Scarpa da Ginnastica la compagna d’avventura perfetta.
    Prova ad immaginare se la tua bellissima infradito dovesse rompersi ( e stai pur certo che per la legge di Murphy lo farà ) nel bel mezzo della Riserva dello Zingaro… Meglio evitare , no?

Numero 3 :  “SPRAY CONTRO LE ZANZARE“.

I tramonti Siciliani sono tra i più belli di tutta la nostra penisola.

Il più famoso e gettonato è quello di Marsala, precisamente dall’imbarcadero per Mothia, antica isola Fenicia, ricca di alberi e palme dietro alla quale il caldo sole estivo ha scelto di riposare le sue stanche membra alla sera.

Cala il sole, siamo pronti ad un fantastico e rilassante Aperitivo, un Fresco Spritz magari, con i colori eccezionali di un tramonto da favola e il profumo del sale delle Saline a fare da scenografia, la musica però… è meno rilassante.
Suon di schiaffi e ronzii, caratterizzano il Turista che a gambe scoperte cerca di lottare contro loro : Le Zanzare Tigre.

La zanzara tigre è forse la più fastidiosa di tutte, vola a meno di un metro da terra, sceglie il tramonto come momento per cui agire e pizzica, pizzica anche attraverso jeans e pantaloni.

Troviamo la Zanzara tigre in tutta Italia a dire il vero, ma voi qui, in Sicilia, siete per rilassarvi e non per fare a botte con degli esserini grandi qualche millimetro ( e perdere miseramente ).

Ecco che allora lo SPRAY REPELLENTE entra nella TOP 5 delle cose immancabili in valigia.
Ti do anche un consiglio su cosa acquistare : “STACK” e lo trovate esclusivamente da LIDL , protezione forte (tappo rosso): a base di deet al 20%.
La protezione è buona, ideale per un ambiente con molte zanzare, ma non è adatto ai bambini  con meno di 12 anni.
Se avete bimbi , vi sconsiglio la protezione leggera, non è altro che un ” profumo alla citronella ” praticamente INUTILE.
Meglio spruzzare sui vestiti evitando il contatto con la pelle dei bambini.
Per gli adulti … SPRAY come se piovesse, godetevi il vostro tramonto e poi tornate qui a ringraziarmi .

Numero 4 :  “Mascherina, GoPro, Drone“.

La mascherina è indispensabile se vuoi godere dei meravigliosi fondali delle coste Siciliane, in special modo nelle Riserve dello Zingaro e di Favignana, isola delle Egadi.
Fare Snorkeling è una delle attività più belle e rilassanti e sopratutto GRATIS che abbiamo disposizione ammirando in prima persona le meraviglie del mondo sommerso e fare memoria di un mondo nascosto.
Se la memoria però è nostra consigliera è bene ad affidare la vacanza a supporti sicuramente più affidabili
come macchine fotografiche digitali, GoPro e Drone per immortalare e rendere ETERNA la nostra vacanza.

 

Nel caso dei droni, vi ricordo di rispettare le normative vigenti in termini di sicurezza.

Numero 5 :  “Il Programma“.

Partire all’avventura è molto divertente e lascia spazio ai piacevoli ” imprevisti ” o meglio alle sorprese che un viaggio alla scoperta di un nuovo territorio può offrire.

Tuttavia, salvo che non vi stiate trasferendo per 12 mesi in Sicilia sarà bene organizzare il vostro tempo a disposizione programmando giornalmente e in anticipo cosa fare e vedere, perché la Sicilia è talmente grande e ricca di Città e Culture da scoprire che noi stessi Siciliani facciamo fatica a vedere tutto durante tutta una vita.

Non pensate che per il solo fatto di aver NOLEGGIATO UN AUTO possiate visitare Taormina e San Vito Lo Capo lo stesso giorno, perché questo, per quanto eccessivo nell’esempio, è uno degli errori più comuni dei Turisti che sottovalutano la grandezza della Sicilia e le Strade Siciliane.

L’unica autostrada presente collega Trapani-Palermo-Messina-Catania correndo sulla costa nord dell’isola.
Tutto ciò che sta al sud dell isola o nell’entroterra è raggiungibile solo tramite Strade Statali o addirittura provinciali.
Hai a disposizione un intero inverno per trovare in rete informazioni e pianificare le tue giornate, scoprirai che per visitare Erice sono sufficienti 3 ore, che sarà divertente salire sulla montagna in funivia e ammirare il panorama più tosto che affrontare i tornanti in salita con la tua auto, che potrai Visitare Mothia in un paio d’ore e poi dedicarti a praticare del KiteSurf o magari partire alla volta della Riserva di Scopello a fotografare i Faraglioni e fare un Buon Aperitivo a Castellamare del Golfo o di ritorno a Marsala al famosissimo Mammacaura.

Potrai farlo da solo con un po di tempo oppure, se hai prenotato un alloggio da noi, potrai richiedere che ti venga inviato un programma suddiviso per giornate, il tutto ovviamente in forma gratuita: impara che in SICILIA I CONSIGLI NON SI PAGANO.

Hai già scelto le date per le tua prossime vacanze?
Se vuoi cliccando qui potrai verificare se per le date delle due ferie sono disponibili, appartamenti, camere o suite vista mare ed eventuali promo in corso.